Da due anni Internorm offre la ventilazione VMC I-tec, il dispositivo che consente di arieggiare l’ambiente interno a finestra chiusa.

Nel 2014 ha presentato una versione perfezionata dello stesso dispositivo, che ha esteso dal KF500 al KF410 e al KV440.

Sono quindi sempre più i prodotti Internorm su cui si può montare questo dispositivo, in grado di migliorare la qualità dell’aria nell’ambiente abitativo, risparmiare energia e offrire più sicurezza poiché non è più necessario aprire le finestre per il ricambio dell’aria. Uno degli elementi più importanti del VMC I-Tec è l’integrazione del sistema nella finestra. Il dispositivo, infatti, è perfettamente inserito nel telaio e sparisce completamente dopo il montaggio nella parete, per una resa estetica ottimale, garantita anche dalle ridotte dimensioni delle griglie per il flusso dell’aria.

Ma la portata innovativa del sistema è soprattutto nella funzionalità in termini di risparmio energetico, che è da sempre uno degli obiettivi costanti dell’attività progettuale di Internorm. L’aeratore è dotato di uno scambiatore di calore in grado di recuperare fino al 93% dell’energia che in una normale ventilazione andrebbe persa.

Il principio è molto semplice: se il ricambio dell’aria negli ambienti attraverso l’apertura delle finestre è uno dei momenti in cui, inevitabilmente, il calore dell’ambiente viene disperso, è necessario ricorrere a sistemi di ventilazione per arieggiare gli ambienti mantenendo le finestre chiuse. Ma anche i normali sistemi di ventilazione introducono aria fredda ed espellono aria calda, per cui disperdono calore.

Grazie invece allo scambiatore presente nel VMC I-Tec, il calore viene in larga parte trattenuto all’interno espellendo solo l’aria viziata e introducendo aria fresca. Il risultato è il recupero fino al 93% del calore, un risultato che influisce in modo rilevante nella capacità del serramento di risparmiare energia.

Non è da trascurare poi il vantaggio di tenere fuori dagli ambienti il polline, sempre più indesiderato nelle case, e la polvere esterna o sporco da inquinamento. Inoltre, l’anta chiusa è un’innegabile vantaggio per la sicurezza dalle intrusioni e l’isolamento acustico.

Ma vediamo ora come funziona il dispositivo. L’aeratore I-Tec IV40 è comandato a motore dotato di scambiatore di calore, nel quale l’aerazione ed il deflusso della condensa avvengono in un apposito sistema di canalizzazione all’interno del telaio, in modo invisibile e silenzioso. Vi sono quattro modi di funzionamento manuali ed uno automatico. Grazie al sensore di umidità, l’aeratore abbatte in modo completamente automatico l’eccessiva umidità dell’ambiente. Le caratteristiche lo pongono tra i dispositivi più rivoluzionari applicati ai serramenti:

  • Sistema decentralizzato per aerare all’occorrenza stanza singole, che consente la regolazione individuale della temperatura ambientale, a differenza dei sistemi centralizzati
  • Scambiatore di calore per un ottimale recupero energetico
  • Filtro antipolline (classe M5) standard
  • Sostituzione dei filtri senza attrezzi
  • Richiudibile tramite deflettori liberamente accessibili
  • Modalità antigelo gestita in automatico per proteggere dal congelamento

L’aeratore IV40 può esser integrato nei sistemi finestra Internorm in PVC e PVC/ALU KF410 e KV440 (doppia finestra con oscurante integrato), dove deve essere previsto un telaio maggiorato di soli 2 cm dal lato aeratore.

I colori disponibili per le griglie sono il bianco per i serramenti bianchi (W, EW, M916) e il cromo per tutti gli altri colori.

Il dispositivo è stato progettato per una installazione particolarmente semplificata. Il carter dell’aeratore sporge per ca. 130 mm in larghezza rispetto all’esterno telaio e di 650 mm in altezza, ma non fuoriesce in profondità. E’ quindi facilmente inseribile anche in ristrutturazione o sostituzione, con opere murarie minime su un solo lato del foro finestra.

Anche la manutenzione è stata resa molto semplice e priva di controlli periodici. L’unica attività è la sostituzione dei filtri, l’accesso ai quali avviene attraverso uno sportello sigillato visibile solo ad anta della finestra aperta. Un apposito segnale avverte quando è bene procedere alla sostituzione.

gestione-finestre-table-smartwindow

Come accade anche per gli oscuranti Internorm, anche tutti gli aeratori della casa possono essere comandati con SmartWindow, l’esclusivo sistema per la gestione delle finestre, attraverso tablet o smartphone. Grazie alla comoda App SmartWindow, scaricabile su Apple Store e su Google Play, si può gestire a distanza e in modo immediato la velocità degli aeratori, cambiando l’aria poco prima di giungere a casa, oppure ad intervalli regolari e a determinati orari.

Riportiamo i principali dati tecnici sul sistema di ventilazione VMC I-Tec di Internorm.

  • 4 livelli di regolazione della velocità sia in automatico che in manuale Livello di potenza Ricambio d’aria 1 9 m³/h 2 15 m³/h 3 31 m³/h 4* 39 m³/h * Il livello 4 nella pratica funzionalità turbo, funziona per 1 ora spegnendosi poi automaticamente, sostituendo senza la nostra presenza quella che dovrebbe essere la normale apertura della finestra al mattino o dopo la doccia o ancora prima di coricarsi la sera per riequilibrare la qualità dell’aria.
  • Max. 2 aeratori per ogni elemento
  • Montaggio aeratore possibile lato cerniere e maniglia Alimentazione: 230 VAC Trasformatore: 24VDC integrato nell’apparecchio.